Soffro di vertigini e amo il mare, la mia montagna non sono scalate ardite, percorsi impervi, Ŕ gusto per essere nella natura e in sintonia con essa, in pratica gli stessi sentimenti che mi hanno portato sott'acqua. Qui cambia il paesaggio, ma non il piacere di esserci, di fotografare, di raccontare.

Cuneese Val d'Aosta Trentino Noi in montagna

Le valli del cuneese, la "provincia Granda"...

Si parte, nella zona di Ceva, dalla valle del Tanaro, la Val Corsaglia, tra San Giacomo di Roburent e Frabosa, poi da Cuneo, in rapida successione: Val Gesso, Val Stura, Val Grana, Val Maira, Val Varaita, meraviglie della natura, con paesaggi ancora abbastanza integri. Frequentarli dona pace all'animo e al corpo la possibilitÓ di passeggiante rilassanti.

 

La valle delle Montagne pi¨ alte, dei Fiori, degli Animali dei Ghiacciai.

Sui mitici passi, luoghi molto pubblicizzati, ora dichiarati patrimonio dell'umanitÓ, ma che quasi mai mi hanno dato le emozioni delle vali piemontesi e della Val d'Aosta.

Eccezione il Belvedere sopra Canazei incorniciato dal gruppo del Sella  (col Pordoi) la Marmolada, il Sassolungo e sullo sfondo le altre vette delle Dolomiti.

L'unica scalata della mia vita: agosto 1986 il Pizzo d'Ormea 2476 mt. non Ŕ granchŔ, ma per me Ŕ stata un'esperienza stupenda.