tltolo

 

Cerfoglio (Anthriscus cerefolium) famiglia umbelliferae: è una pianta erbacea con un delicato aroma di anice e il sapore di prezzemolo; cresce velocemente, non ama essere trapiantata: meglio, quindi, seminare direttamente in luogo definitivo, senza far sprofondare i semi nel terreno. In coltivazione se ne possono trovare due varietà: il cerfoglio comune, molto profumato, con foglie finemente incise e piatte. e quello riccio, più decorativo, ma meno profumato, le cui piante restano produttive per più tempo. Le prime foglie compaiono in breve tempo, è consigliabile raccoglierla al momento dell'utilizzo, perchè conservata perde in aroma. In estate produce piccoli fiori rosa o bianchi raggruppati a ombrelle. La cimatura costante ritarda la fioritura, allungando il periodo del raccolto.

Non teme il freddo, La raccolta si effettua scalarmente nel corso di tutto l’anno, in primavera, prima della fioritura, l’aroma è più intenso. Quando si vogliono prendere alcuni rami di cerfoglio è sempre meglio tagliare i fusti laterali e non quelli centrali, di modo che la pianta possa continuare a svilupparsi. Essendo una pianta rustica, non viene quasi mai attaccata da malattie e parassiti.

importata dai Romani dalla Russia meridionale, dal Caucaso e dal Medio Oriente; si è naturalizzata nella flora europea, americana e nordafricana.

È indicato dovunque possa essere usato il prezzemolo, al quale spesso è preferito per il suo sapore più delicato. È importante aggiungerlo solo a fine cottura, così che il gusto piacevole e le sue proprietà non si disperdano infatti è ricco di vitamina C, di ferro, magnesio e carotene e quindi benefico per la salute. Particolarmente indicato con le uova. È molto popolare in Francia dove è aggiunto ad omelette, insalate e zuppe; abbastanza raro da trovare in Italia. Si usa per la Salsa  Bernese.

torna su